Page 145

kfv_gk_lebensretter_it

Appendice 6.5 Condizioni generali 7.5 Una eventuale lavorazione o trasformazione delle merci con riserva di proprietà sarà eseguita dall’acquirente sempre per nostro conto. Qualora le merci con riserva di proprietà vengano trasformate o unite in modo inscindibile con beni che non ci appartengono, diventiamo comproprietari dei nuovi oggetti sulla base del rapporto fra il valore contabile dei beni con riserva di proprietà e quello degli altri beni trasformati o uniti al momento della trasformazione o unione. Se i nostri beni con riserva di proprietà sono stati uniti ad altri beni mobili formando un oggetto unitario o mescolati in modo inscindibile, e l’altro oggetto va considerato come principale, allora, come concordato, l’acquirente ci cederà la comproprietà in modo proporzionale alla sua quota dell’oggetto principale. Per i beni risultanti da trasformazione, collegamento o unione vale quanto concordato per i beni con riserva di proprietà. 7.6 L’acquirente è obbligato all’immagazzinamento e conservazione separata dei beni con riserva di proprietà, così come dei beni risultanti da una loro combinazione. 7.7 In caso di misure di esecuzioni forzate di terzi nei confronti di beni con riserva di proprietà o di crediti a noi ceduti o di altre garanzie, l’acquirente ci deve informare immediatamente consegnandoci la documentazione necessaria per un intervento: ciò vale anche per danni di vario tipo. L’acquirente si fa carico di costi e danni economici. 7.8 Su richiesta dell’acquirente liberiamo le garanzie di cui sopra a nostra discrezione nella misura in cui il valore delle garanzie complessivamente supera i crediti da garantire più del 20%. 8. Denuncia di vizi e risarcimenti 8.1 Le denunce di vizi cadono in prescrizione in 12 mesi. Ciò non vale nei casi in cui la legge, ai sensi del codice civile, prescrive termini maggiori, così come nei casi di lesioni che mettano a rischio la vita, il fisico o la salute, nei casi in cui da parte nostra ci sia stata inadempienza intenzionale o con colpa grave e in caso di omissione dolosa di un vizio. Restano invariate le disposizioni legislative in merito a sospensione della scadenza, sospensione e ripresa dei termini. 8.2 Vizi manifesti nell’operazione di scambio bilaterale devono essere reclamati per iscritto entro 8 giorni dal ricevimento della merce; vizi occulti devono essere reclamati per iscritto immediatamente dopo la loro scoperta nei termini di garanzia (conformemente al punto 8.1). In caso di reclamo ritardato non può far valere alcun diritto a risarcimento per vizio materiale dovuto al tale vizio. In modo corrispondente vale per reclami relativi alle quantità e per consegna di merce non conforme al contratto. 8.3 Diritti a risarcimenti per vizi materiali non sussistono in caso di deroghe solo minime rispetto alla qualità concordata, di riduzione solo minima dell’utilizzabilità, di danno o usura normali, che sorgano dopo il riconoscimento del rischio a seguito di uso errato o negligente, mancata manutenzione, impegno sovradi- mensionato, lavori edili imperfetti, terreni di fondazione inadatti o a causa di particolari influenze esterne, che non sono previste dal contratto, così come errori di software non riproducibili. Se vengono compiuti, dall’acquirente o da terzi, modifiche o lavori di ripristino non corretti, ne deriva la non sussistenza di diritti a risarcimenti per vizi materiali. 8.4 In caso di giustificata contestazione o denuncia di vizi del prodotto venduto entro il termine convenuto, la merce viziata viene ritirata e viene consegnata al suo posto merce perfetta oppure, a nostra scelta, viene corretta la merce viziata. Se nonostante ripetute migliorie e spedizioni sostitutive si manifesta lo stesso vizio, allora l’acquirente può, a sua scelta, richiedere il recesso del contratto oppure la riduzione del prezzo d’acquisto. 8.5 Per l’esecuzione di tutte le necessarie operazioni di ritocco e spedizioni sostitutive, l’acquirente deve indicarci tempi e modi richiesti, in caso contrario siamo liberi dalla responsabilità per i vizi del prodotto. 8.6 Sono escluse rivendicazioni dell’acquirente per le spese necessarie per adempimenti successivi, in particolare costi materiali, di trasporto, di percorso e di lavorazione, nella misura in cui il diritto di credito aumenta perché in un secondo momento l’oggetto di consegna è stato spostato in un posto diverso dalla filiale dell’acquirente, a meno che il passaggio non corrisponda a un suo uso secondo quanto stabilito. 8.7 Se quanto consegnato viene utilizzato nonostante un vizio riconosciuto, rispondiamo solo per il vizio originario e non per danni che possano derivare dal vizio originario tramite l’utilizzo successivo. 8.8 Per le spedizioni sostitutive e i lavori di miglioria la garanzia equivale a quella fornita per il materiale originario. La garanzia decade al più tardi allo scadere del termine di garanzia concordato per il materiale originario, a meno che i tempi legali di garanzia per spedizioni sostitutive o lavori di miglioria non siano ancora scaduti; in tal caso la garanzia finisce alla scadenza di questo termine. 8.9 Richieste di rivalsa dell’acquirente nei confronti del fornitore secondo il codice civile sono valide solo nella misura in cui l’acquirente non ha raggiunto alcun accordo con il suo compratore che trascenda il risarcimento dei vizi. 8.10 Sono escluse ulteriori rivendicazioni dell’acquirente, in particolare richieste di risarcimento danni e compenso spese derivanti dai vizi della merce consegnata così come altre violazioni di doveri derivanti dal rapporto obbligatorio e da uso non autorizzato. Ciò non vale nel caso di garanzie obbligatorie, come per esempio nei casi di dolo, di colpa grave, di pericolo per la vita, il corpo o la salute, per violazione di obblighi contrattuali essenziali o per es. ai sensi della legge inerente la responsabilità di prodotto. Il diritto al risarcimento danni per violazioni di obblighi contrattuali essenziali è tuttavia limitato al danno prevedibile tipico del contratto, qualora non ci sia dolo o colpa grave, o viene garantito per lesioni alla vita, al corpo o alla salute. Una modifica dell’onere della prova a svantaggio dell’acquirente non è conciliabile con la normativa vigente. Per quanto, secondo questa sezione, all’acquirente spettino risarcimenti spese e danni, questi cadono in prescrizione con il decorrere dei termini prescrizionali vigenti per risarcimenti per vizi materiali conformemente alle norme di cui sopra (punto 8.1.). In caso di diritto al risarcimento danni secondo la legge che regola la responsabilità di prodotto, valgono le disposizioni di prescrizione fissate dalla legge. 9. Indicazioni/direttive su prodotto e responsabilità civile Fanno inoltre parte del contratto le nostre «Direttive per la garanzia del prodotto», che sono disponibili nella loro versione aggiornata all’indirizzo www.siegenia-aubi.com. 10. Modifiche tecniche/diritto d’autore Ci riserviamo il diritto di apportare in ogni momento modifiche tecniche, che offrano miglioramenti e perfezionamenti dei nostri prodotti, senza che queste autorizzino qualsivoglia rivendicazione. Ci riserviamo i diritti di utilizzo legati alla proprietà e ai diritti d’autore dei software da noi ceduti così come dei preventivi di costo, dei disegni e di tutta la documentazione (di seguito complessivamente solo «documentazione»). La documentazione potrà essere mostrata a terzi solo dopo nostra autorizzazione preventiva per iscritto. L’acquirente ha il diritto non esclusivo di usare il nostro software sugli apparecchi concordati, con le caratteristiche prestazionali concordate e in forma non modificabile. L’acquirente può, senza un esplicito accordo, creare una copia di sicurezza. L’acquirente non ha alcun diritto di cedere programma sorgente o sourcecodes. 11. Foro competente, diritto applicabile 11.1 Per ogni controversia unico foro competente è quello di Milano, che giudicherà in conformità delle leggi italiane vigenti. 144 Aggiornamento: 11.04.2013


kfv_gk_lebensretter_it
To see the actual publication please follow the link above